Le news


AD MAIORA! - MESSAGGIO AI SOCI

L’Aquila, 06/03/2021

 

«Ad Maiora!»


Ciao a Tutti,

è con orgoglio e rinnovato entusiasmo che vi scriviamo!

E lo facciamo con un saluto informale, nello spirito amichevole che contraddistingue il nostro gruppo!

Con la conclusione della Campagna tesseramento 2021, lo scorso 28 febbraio, è iniziato ufficialmente il nuovo anno sociale di Archeoclub.


Non lo abbiamo mai fatto, ma questa volta abbiamo deciso di scrivervi un messaggio di inizio anno per una serie di motivi che ci rendono - appunto - particolarmente orgogliosi ed entusiasti, soprattutto considerando il difficile periodo storico in cui è piombato il Mondo da oltre un anno a questa parte.


Innanzitutto,
vogliamo ringraziare tutti voi Soci:

- i «veterani», che da anni ci seguono e ci sostengono attivamente, e che anche quest'anno hanno deciso di rinnovare la loro fiducia alla nostra Sede;

- i nuovi Soci, ai quali diamo il nostro sentito benvenuto; siamo lieti di accogliervi nel nostro grande gruppo di amici.


Tutti voi - "vecchi" e nuovi -
siete il motore della nostra associazione, con le vostre idee, i vostri suggerimenti, la vostra partecipazione attiva, le vostre critiche costruttive.

Ebbene, vi comunichiamo con grande orgoglio che qui a L'Aquila siamo giunti a ben 200 iscritti - 34 in più dell'anno scorso - tanto che la sede nazionale ha telefonato alla nostra presidente Maria Rita per congratularsi direttamente con tutti noi del grande risultato raggiunto:

anche in questo caso, grazie alla collaborazione di tutti, al vostro passaparola, al lavoro di questi anni.

 

Per l'undicesimo anno di fila il numero di iscritti è stato superiore all'anno precedente.


Questi «numeri» sono «persone» - cioè tutti noi - ciascuno con la propria Cultura, la propria intelligenza, il proprio punto di vista: 200 persone di tante origini diverse, ma tutti uniti dall'interesse per la conoscenza - in generale - e dall'affetto per la nostra Città e per la nostra Terra aquilane - in particolare -. Origini differenti che da anni arricchiscono e rafforzano le nostre idee e le nostre proposte.

In proposito, ci siamo presi la curiosità di effettuare un piccolo conteggio statistico sulla base del nuovo Libro Soci, "catalogando" le terre di origine di tutti noi iscritti (in base al luogo di nascita).

La nostra sede aquilana rappresenta oggi:

3 continenti (Europa, America, Oceania);

8 Stati (Italia, Germania, Venezuela, Croazia, Brasile, Grecia, Francia, Australia);

14 Regioni italiane (Abruzzo, Lazio, Veneto, Marche, Trentino - Alto Adige (Südtirol), Emilia-Romagna, Campania, Sicilia, Puglia, Toscana, Molise, Calabria, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia);

27 Province e Città metropolitane italiane (L’Aquila, Frosinone, Roma Capitale, Venezia, Ancona, Trento, Rieti, Parma, Salerno, Teramo, Chieti, Napoli, Agrigento, Foggia, Pescara, Prato, Siena, Bologna, Campobasso, Treviso, Rimini, Reggio Calabria, Forlì-Cesena, Cosenza, Udine, Pavia, Trapani);

63 Comuni italiani.


Quest'anno poi si festeggiano
due «compleanni».

L'Archeoclub d'Italia, a livello nazionale, ha compiuto 50 anni dalla sua fondazione.

Allo stesso tempo, la nostra sede dell'Aquila ha compiuto 10 anni dalla ripresa delle attività dopo il terremoto del 2009.

Eravamo poco meno di 30 «volenterosi» motivati, quando nel dicembre del 2010 ci siamo riuniti nel Caffè del Grande Albergo per indire le nuove elezioni e riaccendere una delle prime luci nella nostra Città, che in quel momento aveva bisogno dell'aiuto di tutti noi. Per questo dobbiamo ringraziare, in particolare, la nostra presidente Maria Rita Acone che riuscì a recuperare molti contatti dei soci iscritti all'inizio del 2009 e a radunarci dopo oltre un anno e mezzo.

Molti di noi - infatti - si erano iscritti per la prima volta nel gennaio del 2009, pochi mesi prima del terremoto.

A fine 2010 capimmo che la «missione» della nostra sede aveva un doppio valore, e così, negli anni, abbiamo accompagnato per mano la nostra Città nel suo percorso di rinascita materiale e socio-culturale; lo abbiamo fatto anche collaborando sempre di più con tante altre associazioni civiche, con le quali condividiamo molti volontari.


L'aumento degli iscritti - anno dopo anno - ci ha permesso di essere sempre più efficaci, come una nave con sempre più rematori che doveva ripartire dopo essere naufragata a causa di una tempesta.


Oggi, una nuova difficoltà, questa volta mondiale, ci preoccupa e rende necessario essere ancora più uniti:

grazie alle tecnologie di cui disponiamo, stiamo riuscendo a mantenerci in contatto e a condividere le nostre conoscenze reciproche mediante canali alternativi (articoli, seminari digitali, scambi di email e tante altre cose). Sappiamo che la situazione richiederà ancora del tempo e a maggior ragione dovremo continuare a restare vicini, anche se «a distanza».

Questo nuovo record di iscrizioni, quindi, è una grande forza morale per tutti noi.


Prima di salutarvi, vogliamo doverosamente dedicare il nostro pensiero a due persone che sono state fondamentali nella storia della nostra Sede in questi ultimi 13 anni:

il prof. Gaetano Messineo, che tra il 2008 e il 2009 aveva riattivato operativamente la sede aquilana di Archeoclub;

il nostro socio, consigliere e amico Giovanni Lami, tra i nostri volontari più attivi con le sue idee, le sue conoscenze, il suo impegno concreto; una delle nostre colonne portanti.
Entrambi ci hanno lasciato prematuramente e li ricordiamo sempre con affetto e stima immutati.
Se oggi siamo qui a celebrare questi risultati raggiunti, non possiamo che ricordarli con riconoscenza.



Con questo sentito e doveroso ricordo, vi salutiamo e allo stesso tempo ci prendiamo idealmente per mano in questo nuovo percorso insieme.


Pertanto:
un riconoscente «benvenuti!» ai nuovi Soci e un altrettanto riconoscente «ben ritrovati!» ai nostri affezionati «veterani»!




Archeoclub L'Aquila


← torna alle notizie